2 500 000+ followers
Afficher plus

1000/2700 Success

JZ
Membre depuis : janv. 18, 2020
Ajouter comme ami
1 jeux en Wishlist
For Honor Marching Fire Edition
-56%
19.99€
For Honor Marching Fire Edition
Lui offrir
1 amis
Urbex800 pts
5 jeux achetés
7 reviews postées
Dragon Age: Inquisition
70
Scrivo da neofita totale dell'universo "Dragon Age", ma anche da estimatore dei GDR e del fantasy in generale. Il primo impatto con questo gioco non è stato, purtroppo per me, particolarmente gradito dopo aver scoperto che mi sarei dovuto trascinare dietro per tutto il tempo 3 npc con l'I.A. pari a quella di una gallina. In parte sapevo a cosa andavo incontro o almeno così credevo. Se uniamo questo ad uno stile di combattimento troppo statico ed estremamente limitante nei movimenti, e ad una prima zona (Terre Centrali) che anzichè darmi l'idea di "open world" è riuscita a trasmettermi soltanto claustrofobia, ne consegue che le mie prime impressioni su questo titolo non siano state affatto positive. Col tempo, la buona volontà e l'abitudine però, ci si può anche abituare. Quel che è grave non sono tanto gli aspetti sopracitati, poichè dipendono ovviamente dai gusti personali del giocatore, tanto il fatto che sempre i suddetti aspetti non rendano questo GDR adatto a tutti gli amanti del genere. Purtroppo è il gioco stesso che è concepito per essere giocato "in gruppo", ossia con i tuoi compagni controllati dall'I.A., visto che la vita di un normalissimo mob è eccessivamente elevata per poter essere portata a 0 dal tuo solo personaggio in un tempo ragionevole. Come già ribadito però, se siete disposti a farci l'abitudine, ed in mancanza d'altro a cui dedicarvi, questo titolo può anche essere piacevole per certi aspetti, benché il suo contenuto base non offra un potenziale di ore giocabili superiore a 90.
The Witcher 3: Wild Hunt GOTY
90
Primo titolo acquistato su Instant-Gaming. Premetto che sono reduce da anni ed anni di mmorpg, pertanto mi scuso anticipatamente se ragionerò in detti termini. Già quando uscì, sentii subito parlare molto bene di The Witcher 3. Io ignoravo il nome, il fandom, le opere cartacee annesse, i precedenti capitoli e qualsivoglia altro aspetto relativo a questo titolo, eppure qualcosa catturò immediatamente la mia attenzione. Mi limitai ad osservare un video di gameplay privo di commenti per una decina di minuti e poco mi bastò per capire che si trattava di un prodotto di qualità. Ora che ho finalmente avuto occasione di provarlo, non posso far altro che riconfermare le mie vecchie impressioni. Il solo mondo di gioco è sufficientemente grande per paragonare The Witcher 3 ad un "mmo singleplayer" di stampo fantasy con qualche nota di dark. E' un gioco che, secondo me, andrebbe gustato su console e si vede, dato che i comandi su pc possono risultare scomodi da gestire. L'elemento maggiormente apprezzabile di questo gioco è sicuramente la possibilità di "scegliere" cosa far dire al nostro protagonista in svariatissime situazioni, anche se spesso la scelta è soltanto fra 2 opzioni. La storia principale è avvincente e ben congegnata e spesso si espande su più fronti, ognuno dei quali può condurre, a seconda delle scelte intraprese, a conseguenze differenti, anche a lungo termine. La moltitudine di quest secondarie inoltre, contribuisce a fornire un sostanzioso supporto per la longevità e la struttura del gioco. Altro elemento che ho apprezzato molto è la massiccia presenza di cinematic che caratterizzano i dialoghi del gioco (certe volte sembra di guardare un film anziché giocare), le quali però non sono spesso apprezzabili su un pc a basse prestazioni, come nel mio caso. Similmente agli mmo fantasy, anche The Witcher 3 è un ottimo titolo per gli amanti dell'esplorazione, componente quest'ultima d'importanza non trascurabile, per svariati motivi. Potreste impiegare ore su ore anche soltanto per completare ogni punto d'interesse sulle mappe, segnati dal simbolo "?", senza contare la componente di looting. Grazie ai sensi da Witcher, potrete "trackare" l'ambiente circostante ogni volta che vorrete, e scoprire se ci sono oggetti con i quali poter interagire nelle vicinanze, e vi assicuro che ce ne sono una miriade. Non so dire quante ore ho utilizzato per lootare ogni singolo sacco, botte, baule, pacchetto o mobilia che mi si parasse dinanzi. Anche soltanto con la versione base del gioco, fra quest principali, secondarie, scoperta di tutti i punti d'interesse e looting di ogni edificio, vi è un content potenziale di almeno 140 ore. Poi vi sono le 2 espansioni, una meglio riuscita di quell'altra. La prima, Hearts of Stone, non offre nuove zone, se non un modesto ingrandimento di aree precedenti, e nemmeno molte quest secondarie, ma la trama principale è solida ed interessante quanto quella del gioco base. La seconda espansione, Blood and Wine, aggiunge un'intera zona di gioco ed un quantitativo di contenuti assurdo fra, quest principali, secondarie, zone d'interesse e nuovi mostri. Anche per quel che riguarda le scelte attuate nelle espansioni, fate attenzione, poiché non potrete mai davvero prevedere quel che succederà, anche se convinti del contrario. Lo dico per voi, potreste rimanerci male, quindi cercate di scegliere nella maniera più "saggia". Le missioni possono anche essere fallite e in detto caso non saranno più disponibili o riottenibili, ma potrete sempre ritentare caricando un salvataggio manuale o automatico antecedente al misfatto. Considerate anche le espansioni, il content potenziale può rasentare le 200 ore. Veniamo infine alle pecche ed ai problemi, perché come recitava il saggio: "Non esiste il gioco perfetto". Ho sperimentato frequenti bug d'interazione con oggetti o personaggi e di combattimento per tutta la durata del gioco base, veramente troppi per un titolo di questa portata. Il sistema di crafting di alchimia inoltre, è concettualmente sbagliato: io mi aspetto di dover utilizzare determinati reagenti più volte per ottenere lo stesso oggetto, anziché usarli una volta sola per poi "ricolmare" le cariche di detto oggetto (es. bombe, pozioni) semplicemente utilizzando la meditazione, la quale è di dubbia utilità a mio modesto avviso. Fra tutte le cose da imparare all'inizio, questo concetto non l'avevo neanche capito, e mi scervellavo come un deficiente per capire come riottenere delle stramaledette bombe. Ogni tanto sono inoltre presenti dei buchi di trama, anche se potrebbe essere a causa di mancate missioni rese indisponibili a causa di scelte precedenti, ma non ci scommetterei più di tanto. Infine, se non avete giocato ai precedenti capitoli, moltissimi aspetti della trama principale non saranno per voi apprezzabili; certo, il glossario dei personaggi può aiutare in questo, ma non si sostituirà mai ad un'intera esperienza di gioco, pertanto vi consiglio di giocare prima al 2, per lo meno. Il voto così sarebbe di 8/10, ma grazie al contenuto qualitativo delle espansioni, quasi del tutto sprovviste di bug, si raggiunge un meritato 9. Più che consigliato.
Diablo III Battle Chest
50
La grossa problematica di questo gioco è che non offre praticamente contenuti. La versione base di Diablo III se non erro, visto che ho acquistato direttamente la battle chest, è costituita unicamente di una modalità storia, composta di 4 atti, l'ultimo dei quali palesemente più corto dei precedenti. Durante lo svolgimento, il gioco non vi fornirà mai la possibilità di salvare i vostri progressi e conseguentemente ricominciare da dove avete interrotto, bensì vi costringerà a ricominciare dall'ultimo di una serie di determinati checkpoint che avete raggiunto, come fossimo tornati ai tempi della PS1; da li dovrete chiaramente tornare al punto desiderato "riscoprendo" nuovamente la mappa di gioco, ma non è finita: alcuni elementi della mappa cambieranno (ad esempio: dove prima c'era una fortificazione isolata con dei mostri, ci troverete poi l'entrata di una grotta a più livelli). Quest'ultimo elemento potrà sembrare "positivo" ma io l'ho percepito come l'esatto opposto, visto che tendo ad esplorare ogni singolo centimetro delle mappe. L'espansione Reaper of Souls invece, aggiunge un quinto atto alla storia, all'inizio del quale i danni del vostro personaggio subiranno un boost assurdo e totalmente ingiustificato; oltre a ciò, una volta completato l'arco narrativo, le uniche cose che potrete fare sono: i varchi (farm, farm, farm e ancora farm) e le "world quest" di Diablo... Avete capito bene, le stesse world quest che potete trovare su WoW. Il menù di gioco mi è sembrato mal sviluppato e la superflua distinzione fra eroe normale, stagionale ed hardcore, totalmente campata per aria. La grafica di gioco è assai mediocre considerato l'anno di produzione. Consigliato soltanto a chi piace il genere dark fantasy ed il farm infinito senza arte ne parte.

Créez votre compte IG pour continuer

Vos données ne seront jamais utilisées ou revendues à des fins commerciales.