Pathologic Classic HD screenshot 1 Pathologic Classic HD screenshot 2 Pathologic Classic HD screenshot 3 Pathologic Classic HD screenshot 4 Pathologic Classic HD screenshot 5
L’originale indie di culto torna completamente restaurato, più affascinante che mai. Pathologic Classic HD è l’edizione definitiva del gioco survival in prima persona ormai divenuto un piccolo cult. Il gioco rappresenta un’esperienza unica e indimenticabile, che trasporta i giocatori in una misteriosa e sinistra città, adagiata tra le sperdute terre di un’antica steppa. In passato era stata un piccolo insediamento per i coltivatori di bestiame, costruita attorno a un mostruoso mattatoio, ma la continua mattanza l’ha in qualche modo cambiata, finendo per sviluppare, nel corso di diverse generazioni, una singolare struttura sociale. Avrebbe potuto tranquillamente andare avanti in questo modo, ma l’improvviso scoppio di una misteriosa e letale epidemia ha decimato i suoi abitanti. Le preghiere non sono servite. La scienza non è servita. Alla fine, è stato necessario rivolgersi a dei forestieri: tre di loro arrivano in città nella speranza di trovare una cura o, nel peggiore dei casi, almeno una spiegazione di quel che sta accadendo. Il primo arrivato è un implacabile investigatore, assegnato dalle autorità locali. Il secondo è un intelligente chirurgo, la cui fama è dovuta alle sue straordinarie abilità, e alla ricerca del terribile retaggio di suo padre. La terza e ultima arrivata è un’eccentrica ragazza che si dice possedere mistici poteri curativi; potrebbe essere l’ultima speranza di salvezza per i cittadini, se non fosse per la costante paura che l’affligge, e il ricordo degli orrori del suo recente passato. All’apparenza, Pathologic è un’avventura horror in prima persona nella quale controlli uno dei tre “eroi”. Scavando più a fondo, però, scoprirai un’esperienza che ti colpirà a livello emotivo e psicologico. Nel mondo di Pathologic incontrerai situazioni in cui la morale e le buone azioni perdono di significato dinnanzi alla disperazione e alla miseria umana. Parla con gli abitanti della città e decidi in autonomia se alleviare il dolore di qualcuno, o conservare ogni preziosa goccia di medicina per proteggerti dall’invisibile e inesorabile pestilenza. Assisti all’orrore che pervade la città, insieme alla piaga che la avvolge.
  • Nuovo doppiaggio.
  • Texture aggiornate e supporto alle alte risoluzioni video.
  • Nuovi effetti grafici.
  • La traduzione ufficiale italiana, gentilmente messa a disposizione dai traduttori originali del gioco, Stefano Gaburri e Claudio Todeschini.
  • AUn indie ormai divenuto di culto.
  • 12 giorni in una città infestata da un’epidemia. Il tempo corre, e sta ormai per finire; si verificheranno numerosi eventi, che tu ne sia testimone o meno.
  • Più di 70 ore di gameplay senza quest ripetitive o grinding. Man mano che passa il tempo, accadono sempre più cose, invitandoti a partecipare e cambiare il corso degli eventi.
  • 3 personaggi giocabili con altrettante vicende personali da raccontare. Le storie del Laureato, dell’Indovino e della Devota sono legate tra loro, ma ogni lato di questo triangolo narrativo è raccontato in maniera diversa con eventi unici, quest, dialoghi e sottotrame specifiche.
  • La storia, riconosciuta come uno dei punti più alti del gioco, non racconta solo del destino di una città morente, ma di un conflitto ideologico, rappresentato da una moltitudine di personaggi e fazioni, ciascuno con la sua idea di cosa siano la vita, la morte e i miracoli.
  • Un gioco open-world. Se la storia ti cattura per non lasciarti più, la città non possiede confini artificiali: sei libero di esplorarla tutta, fin dal giorno del tuo arrivo.
  • La sopravvivenza è dura. La città morente ti impone di tenere continuamente d’occhio il tuo stato di salute, cercando di avere la pancia piena e una buona scorta di farmaci. Entrambe le cose imporranno scelte difficili.
  • Parla, baratta o ruba. Ci sono molti modi per entrare in possesso dei beni di prima necessità, ciascuno dei quali ha benefici e inconvenienti.
  • Un’atmosfera cupa e opprimente, senza “cattivoni” o un male rappresentato in maniera scherzosa. La ricreazione è finita: non ci sono sorprese dietro l’angolo ad attenderti, o soluzioni semplici. Dovrai scegliere la strada più difficile.
+

Data di rilascio:

Requisiti minimi*

  • OS: Windows XP or Later
  • Processor: AMD Athlon 64 2.3 GHz / Intel Pentium 2.2 GHz
  • Memory: 2 GB RAM
  • Graphics: Radeon HD 4890 1024MB / GeForce 210 512MB
  • DirectX: Version 9.0
  • Storage: 2 GB available space
  • *I tag e i requisiti sono solo a scopo informativo
    Condividi questo gioco con i tuoi amici
    Whatsapp Copia questo link

    Connettiti con il tuo account di IG

    Instant Gaming manterrà privati i tuoi dati e non li venderà mai per fini commerciali