1 500 000+ followers
F.E.A.R. 3 screenshot 1 F.E.A.R. 3 screenshot 2 F.E.A.R. 3 screenshot 3 F.E.A.R. 3 screenshot 4 F.E.A.R. 3 screenshot 5
Sebbene la software house Monolith Productions sia di origini americane, i riferimenti all'horror giapponese nella narrazione della serie F.E.A.R. sono molto evidenti e di facile individuazione. Alma, con i suoi corvini capelli lunghi e l'inquietante aspetto emaciato, sono un chiaro riferimento agli yurei, i fantasmi della tradizione nipponica e, appunto, maschere immancabili del teatro J-Horror. Allo stesso modo, le copiose scene interne al gioco dove la tensione veniva costruita attorno alla presenza-non presenza di Alma, rappresentano un altro elemento tipico della sceneggiatura dell'orrore giapponese, la quale, facendo leva sulla situazione psicologica precaria dello spettatore, cerca di infondere paura su ciò che non viene esplicitamente mostrato.

Pur offrendo un pacchetto ludico vario e molto ricco di contenuti, tra cui una modalità cooperativa originale e divertente, gli sviluppatori di F.E.A.R. 3 hanno dimenticato la pietra fondativa su cui si è sempre basato il brand, e da cui non avrebbero dovuto prescindere: la paura. La mancanza delle tipiche atmosfere da J-Horror e un level desing molto più vicino ai canoni degli FPS bellici che a un survival horror, hanno inevitabilmente ridotto ai minimi termini, e in certe fasi allo zero assoluto, la sensazione tipicamente trasmessa da questa serie.

È comunque giusto sottolineare che, seppur si discosti fortemente dai suoi predecessori, F.E.A.R. 3 è un ottimo sparatutto in prima persona. Per questo motivo ci sentiamo di consigliarlo a chiunque sia alla ricerca di un FPS diverso da un Call of Duty qualsiasi, ma non a chi è alla ricerca di paura videoludica.


Si comportano in maniera diametralmente opposta i survival horror di matrice occidentale che, invece, si basano sul ritmo serrato delle apparizioni spaventose, come ad esempio Dead Space. Il sentore percepito osservando i primi trailer di F.E.A.R. 3 era che questa influenza dagli occhi a mandorla fosse svanita completamente, per lasciare posto a un sottofondo horror più action e meno psicologico. A pagarne le conseguenze è stata proprio la sensazione di paura percepita dal videogiocatore.

Data di rilascio

Requisiti minimi*

  • OS: Windows XP
  • Processor: Intel Core 2 Duo 2.4Ghz, AMD Athlon X2 4800+
  • Drive Space: 4.4GB
  • RAM: 2GB
  • Video Card: NVIDIA 8800 GT 512MB RAM, ATI 3850HD 512Mb RAM or better
  • DirectX®: 9.0c
  • Requisiti raccomandati*

  • OS: Windows 7
  • Processor: Intel Core 2 Duo 2.93Ghz+, Intel quad core 2.66Ghz+, AMD Phenom II X2 550, 3.1Ghz+
  • Drive Space: 10.0GB
  • RAM: 4GB
  • Video Card: NVIDIA 9800 GTX+ 512MB RAM, ATI 5750HD 512Mb RAM or better
  • DirectX®: 11
  • *I tag e i requisiti sono solo a scopo informativo
    Condividi questo gioco con i tuoi amici...
    Whatsapp Copia questo link

    Connettiti con il tuo account di IG

    Instant Gaming manterrà privati i tuoi dati e non li venderà mai per fini commerciali